Giovedì 19 dicembre 2019 il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 274.20, presentato dalla consigliera comunale Gabriella Montera, teso ad incrementare le azioni per favorire l’accessibilità e migliorare la fruibilità degli spazi pubblici, adottando il piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche (P.E.B.A.). Di seguito è disponibile il testo dell’ordine del giorno.

Tramite link è disponibile il comunicato stampa del Comune con l’ordine di trattazione e le delibere sul Bilancio approvate.

Per conoscere le principali novità ed accedere alla documentazione completa relativa al Bilancio 2020-2022, unitamente ai testi delle delibere, è inoltre disponibile tramite link e consultabile online la sezione dedicata del sito del Comune di Bologna. Tutta la documentazione del Bilancio sarà disponibile nei prossimi giorni nella versione definitiva alla pagina web sul Bilancio del Comune di Bologna.

Tramite link sono inoltre consultabili tutti gli ordini del giorno dei consiglieri comunali PD approvati a cui è dedicata un’area specifica del nostro sito.

Il Consiglio comunale di Bologna
Premesso che

Bologna si è sempre contraddistinta per le azioni volte a favorire l’inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità, in coerenza con il dettato costituzionale e in attuazione dei principi della convenzione ONU sulla disabilità;
Il 3 dicembre scorso, in occasione della ricorrenza della giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, il Comune ha annunciato la propria candidatura a concorrere al premio “Access city award”, e il 15 dicembre, con l’evento “Bologna oltre le barriere”, ha pubblicamente presentato alla Città la candidatura al premio europeo delle Città Accessibili.
Per rendere la proposta più competitiva e le performance più efficaci, il Comune ha scelto di concorrere al premio ampliando il raggio dei soggetti partecipanti, coinvolgendo altri partner istituzionali come i sindacati, l’Ente Fiera, Fico, l’Aeroporto e l’Autostazione;
Nel territorio metropolitano di Bologna il numero delle persone con disabilità è di circa 50.000, con un trend in crescita, dato l’aumento costante della longevità;
La Giunta comunale, nella consapevolezza che è necessario lavorare a tutto campo, ha indicato il 2020 come l’anno da dedicare ai percorsi partecipativi con l’associazionismo, le fondazioni e le ONLUS di riferimento per contrastare i pregiudizi, favorire l’ingresso al lavoro e costruire interventi per l’accessibilità, l’inclusione e la fruibilità dello spazio urbano;
Vista la normativa nazionale di riferimento che prevede che i Comuni adottino i P.E.B.A. (Piani di eliminazione delle barriere architettoniche), i P.A.U. (Piani di accessibilità urbana), e quella regionale che prevede l’adozione dei P.C.U. (Piani di circolazione urbana, L.R.n.38/1989);
Considerato che la Regione Emilia-Romagna ha recentemente inviato ai Comuni al di sopra dei 5.000 abitanti un questionario per verificare lo stato di attuazione degli strumenti di pianificazione rivolti all’accessibilità e alla fruibilità ambientale per tutti, con particolare riguardo alle persone con maggiore fragilità o disabilità, nonché al superamento delle barriere architettoniche;

Richiamati:

-l’Odg n. 420.13/2017 già approvato dal Consiglio: “Ordine del giorno teso ad impegnare il Sindaco e la Giunta a predisporre i P.E.B.A piani per l’eliminazione delle barriere architettoniche, ai fini della loro approvazione entro il 2018”;
– l’Odg n. 433.31/2018 già approvato dal Consiglio: “Ordine del giorno teso ad impegnare il Sindaco e la Giunta a predisporre i P.E.B.A, piani per l’eliminazione delle barriere architettoniche e il P.I.U piano di inclusione universale”.

Ricordato che:

la Giunta comunale in data 14 maggio 2019 si è dotata del “Piano di inclusione universale”, all’interno del quale inserire le attività concernenti l’adozione del P.E.B.A;
– nel DUP 2017-2019, a seguito di apposito emendamento consiliare, è stato inserito, tra gli obiettivi strategici, il “Programma intersettoriale – Piano per l’eliminazione delle Barriere Architettoniche (P.E.B.A)”;
– nel DUP 2019-2021, a seguito di apposito emendamento consiliare, è stato inserito , tra gli obiettivi operativi, il piano per l’accessibilità universale della città di Bologna”;
– nel DUP 2020-2022 è stato riproposto dalla Giunta, tra gli obiettivi operativi, il “Piano per l’accessibilità universale per la città di Bologna”.

Valutato che il P.E.B.A.

– oltre a rappresentare una grande opportunità per ampliare l’accessibilità agli spazi urbani delle persone disabili, renderebbe la città più fruibile anche al mondo dell’infanzia e alla popolazione anziani, data la longevità che sappiamo essere in crescita;
– in quanto strumento di pianificazione, sarebbe coerente con lo spirito della nuova Legge regionale sull’urbanistica che prevede che il Piano Urbano Generale (PUG) persegua l’obiettivo di rafforzare l’attrattività e la competitività dei centri urbani e del territorio e l’incremento quali–quantitativo degli spazi pubblici, attraverso la strategia per la qualità urbana ed ecologico-ambientale ( art.34 L.R. 24/2017) :

Impegna il Sindaco e la Giunta

a procedere alla rimozione di tutti gli ostacoli all’inclusione sociale e a favorire la piena fruibilità degli spazi pubblici adottando entro la fine del mandato il P.E.B.A., nell’ambito del piano di inclusione universale, dando seguito agli obiettivi strategici ed operativi contenuti nel Documento Unico di Programmazione;
a prevedere, in fase di predisposizione del bilancio preventivo, le risorse necessarie per finanziarlo.

f.to G.Montera, F.Errani, M.Ferri, R.Li Calzi, A.Colombo, E.Leti, L. Bittini, F. Martelloni, E.M. Clancy, C. Mazzanti, R. Fattori, I. Angiuli.