Venerdì 23 dicembre 2022 il Consiglio comunale di Bologna ha approvato l’ordine del giorno 249.6 teso ad invitare il Sindaco e la Giunta a proseguire l’implementazione delle politiche per colmare il divario di genere, presentato dalla consigliera comunale PD Giulia Bernagozzi e firmato, tra l’altro, dalle consigliere e dai consiglieri comunali PD Michele  CampanielloRita Monticelli,  Giorgia De Giacomi,  Franco CimaMaurizio GaigherMery De MartinoAntonella Di Pietro, Roberto Iovine.

Di seguito il testo dell’ordine del giorno approvato.

Tramite link ed in allegato e’ disponibile il comunicato stampa del Comune in merito alle votazioni delle delibere relative al Bilancio ed agli ordini del giorno approvati.

Tutta la documentazione del Bilancio sarà disponibile nei prossimi giorni nella versione definitiva al link, alla pagina web sul Bilancio del Comune di Bologna ed in questa sezione del nostro sito.

IMPLEMENTAZIONE DELLE POLITICHE PER COLMARE IL DIVARIO DI GENERE,

PRESENTATO DALLA CONS.RA BERNAGOZZI ED ALTRI IN DATA 16 DICEMBRE 2022

collegato all’Odg 249 – DC/PRO/2022/107

IL CONSIGLIO COMUNALE DI BOLOGNA

Premesso che

 Il DUP 2023-2025 iscrive le politiche del Comune di Bologna all’interno della cornice di riferimento dell’Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, evidenziando il contributo delle politiche cittadine alla realizzazione degli obiettivi di sostenibilità ( intesa in tutte le sue dimensioni: sociale, economica, ambientale, istituzionale ) e tenuto conto che quest’anno sono stati inseriti , indicatori di genere utili ad orientare le politiche di riduzione del gender gap sia nella Sezione strategica sia in quella operativa;

Il Comune di Bologna ha aderito come primo Comune in Italia, alla campagna “Dati per contare” di Period Think Tank14, impegnandosi così a raccogliere e rendere pubblici dati disaggregati per genere in grado di misurare il gap di genere e valutare l’impatto delle politiche e degli investimenti pubblici nell’aumentare o ridurre tale divario;

Il Comune di Bologna, riferendosi alle Linee Guida fornite nel 2019 dalla Regione Emilia-Romagna agli enti locali, redige ogni anno il Bilancio di Genere, documento di bilancio che analizza e valuta in ottica di genere gli indirizzi politici e le risorse economiche-finanziarie dell’amministrazione e fornisce agli amministratori strumenti funzionali per l’orientamento delle scelte e delle priorità;

Che Il 13 luglio con l’approvazione in Consiglio metropolitano è stato adottato il Piano per l’Uguaglianza di genere della Città metropolitana che prevede 5 aree di intervento (Lavoro Pagato; Lavoro non Pagato ; Contrasto alla Violenza di genere; Cultura dell’Uguaglianza; Contrasto alle Discriminazioni multiple, additive e intersezionali) che ha l’ambizione di porre in essere azioni amministrative che coinvolgano in maniera trasversale  tutti i Settori/Aree dell’Ente che dovranno dotarsi di un piano di azioni e risorse dedicate per l’Uguaglianza.

Considerato che

Il principio della parità di genere è sancito come diritto fondamentale dal trattato sull’Unione europea e dalla Carta dei diritti fondamentali ed è uno degli obiettivi dell’Agenda Onu 2030;

In Italia, il Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) attribuisce al tema della parità tra donna e uomo una rilevanza e una trasversalità tra tutte le sue componenti, in linea con gli Obiettivi dell’Agenda 2030, come ad esempio la clausola di condizionalità rispetto all’occupazione femminile e giovanile per la partecipazione delle imprese ai bandi di gara sui progetti del PNRR;

Preso atto di come

Il Documento Unico di Programmazione (DUP) è lo strumento di indirizzo di programmazione strategica e operativa del Comune di Bologna

Invita il Sindaco e la Giunta a

A proseguire nel lavoro di implementazione, modifica e integrazione del Documento Unico di Programmazione (DUP) Sezioni Strategica ed Operativa, tenendo conto dei dati disaggregati per genere e riferiti alle condizioni socioeconomiche delle donne, che emergeranno a seguito del progetto “datipercontare” e dal Bilancio di genere;

Ad implementare, ove necessario e possibile, ogni politica e intervento finalizzati a colmare il divario di genere in tutti gli aspetti della vita sociale ed economica, con particolare attenzione al tema occupazionale e retributivo,

A monitorare affinché gli obiettivi strategico-operativi, connessi alle linee di mandato, alle corrispondenti missioni di bilancio, alle Missioni del PNRR e al Piano per l’Uguaglianza per tutti i settori del Comune di Bologna diano il loro contributo alla realizzazione dell’obiettivo numero 5 dell’Agenda ONU 2030.

F.to.: G.BernagozziM. CampanielloR.Monticelli,  G.De Giacomi,  F.CimaM.GaigherM.De MartinoA.Di Pietro, R.Iovine, G. Tarsitano, S. S. Negash Idris, D. Begaj.