Lunedì 31 gennaio 2022 la consigliera comunale PD Giulia Bernagozzi è intervenuta ad apertura di seduta in Consiglio comunale riguardo agli attacchi no vax ad Hub vaccinali e alle scuole Casaralta.

Di seguito il testo dell’intervento in aula.

Ancora oggi registriamo un nuovo atto vandalico a danni di una scuola in Via Lombardi, in Bolognina, e in Hub Vaccinale di San Lazzaro.

Ancora una volta rivendicazioni precise, scritte contro i vaccini, svastiche, e accuse di nazismo nei confronti dei rappresentanti delle nostre istituzioni, il nostro presidente di Regione Stefano Bonaccini e del nostro Sindaco Matteo Lepore.

Nell’esprimere a loro piena solidarietà, come anche alla Scuola Casaralta e al Quartiere Navile, come a tutti gli operatori che operano negli Hub Vaccinali e al Comune di San Lazzaro, ci auguriamo che le denunce portino a fare presto luce e giustizia su questi atti vili. Non possiamo che ribadire qui, ancora una volta, di essere al loro fianco, cioè al fianco di chi crede nella Scienza, come motore del futuro progresso, soprattutto in campo medico sanitario. Non possiamo che difendere le scelte di campo fatte fino ad oggi dalle nostre istituzioni, atte a difendere la salute dei cittadini, soprattutto dei più fragili. Ad oggi di fronte al raddoppio dei contagi i numeri dimostrano come i vaccini stiano salvando vite. Non è possibile continuare a tollerare questa continua mistificazione della realtà che nega la serietà della scienza e della categoria medica e paramedica, a cui invece va ancora e sempre il nostro immenso grazie.

Questi attacchi nel buio della notte, semmai, oltre a confermare che c’è chi non crede nel futuro, non credendo alla scienza, ci dimostrano come non si conosca nemmeno la storia. Il Nazismo, come il fascismo, è un crimine. E chi ha commesso questo crimine le persone più deboli e fragili le ha mandate a morire, non cercava certamente di proteggerle da un virus invisibile e letale. Tale paragone, peraltro, è offensivo, e dà conto della grave inconsapevolezza di chi lo esprime. Non si deve negare la scienza e non si può riscrivere la storia.

Correlati