Lunedì 28 marzo 2022 la Consigliera comunale PD Cristina Ceretti è intervenuta ad apertura di seduta in Consiglio comunale in merito alle seguenti due Giornate nazionali: il 28 marzo Giornata Nazionale delle Disabilità intellettive e Disturbi del neurosviluppo e 2 aprile Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo.

Il video integrale della seduta del Consiglio comunale è disponibile a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=RZvBtSYLbUE

Si indica inoltre il minuto a cui è possibile riascoltare l’intervento della consigliera Cristina Ceretti  : 44 min. 7 sec.

Di seguito il testo dell’intervento in aula.

Voglio ricordare in questa Aula che oggi è la XV edizione della Giornata Nazionale delle Disabilità Intellettive e Disturbi del Neurosviluppo, promossa ed organizzata come ogni 28 marzo da Anffas che, come sapete, è un’associazione nazionale che raccoglie famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, e dedicata all’informazione e alla sensibilizzazione questi temi per affermare i principi e i diritti civili, umani e sociali sanciti dalla Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con Disabilità.

Ricordo che all’interno dei disturbi del neurosviluppo c’è anche lo spettro autistico e venerdì prossimo, il 2 aprile, si celebra la Giornata dedicata proprio a loro, la Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale dell’ONU. In Italia si stima che 1 bambino su 77, nella fascia di età 7-9 anni, presenti un disturbo dello spettro autistico con una prevalenza maggiore nei maschi, che sono colpiti 4,4 volte in più rispetto alle femmine. Questo dato ci dice che sono sempre più necessarie politiche sanitarie, educative e sociali per migliorare l’organizzazione delle risorse a supporto delle famiglie.

Colgo l’occasione per sottolineare che credo siano maturi i tempi per analizzare e approfondire la posizione delle disabilità conseguenti a malattie mentali nel novero complessivo delle disabilità, anche alla luce delle recenti trasformazioni legislative (Legge delega al Governo in materia di disabilità), tema che abbiamo già iniziato ad argomentare la scorsa settimana in un importante convegno organizzato dal Collegio Nazionale dei Dipartimenti di Salute Mentale e l’Istituzione Gian Franco Minguzzi della Città metropolitana di Bologna.

Oggi è anche il 64esimo compleanno di Anffas e vorrei fare gli auguri di buon compleanno dai banchi di questo Consiglio a nome di tutti, a questa longeva associazione che è fortemente impegnata anche sul territorio bolognese. Da anni Anffas si occupa di formazione, inclusione scolastica e lavorativa, di promozione delle autonomie, e che dalla forza dei genitori ha fatto nascere anche la Fondazione Nazionale Durante e Dopo di Noi per aiutare le persone con disabilità intellettiva o con disturbi del neurosviluppo, a decidere come vivere, dove vivere e con chi vivere quando non avranno più accanto i loro genitori o familiari.