Lunedì 21 febbraio 2022 la Consigliera comunale PD Roberta Toschi è intervenuta ad apertura di seduta in Consiglio comunale in merito alla 2° Giornata Nazionale del personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato – 20 Febbraio 2022.

Il video integrale della seduta del Consiglio comunale è disponibile a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=a6ZlSgcGIAo

Si indica inoltre il minuto a cui è possibile riascoltare l’intervento della consigliera Roberta Toschi   : 01:33:20

Di seguito il testo dell’intervento in aula.

In occasione della celebrazione della seconda giornata del Giornata Nazionale del personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato, avvenuta ieri 20 febbraio 2022, come Gruppo di Maggioranza e in accordo con gli Ordini dei Medici, delle Professioni Infermieristiche e delle Professioni Sanitarie di Bologna, vogliamo rivolgere un cenno di riconoscenza a tutto il personale che opera nel mondo sanitario, sociosanitario e anche del volontariato, che come sappiamo, nel nostro comune affianca e collabora nella risposta dei bisogni socio sanitari dei cittadini in modo prezioso.

Soprattutto in questi anni difficili che hanno visto l’impegno e la dedizione di tutte le figure/componenti professionali e di supporto che compongono il nostro sistema sanitario è necessario rendere visibile l’impegno dei professionisti che hanno supportato e supportano ancora tutto il sistema.

Il Presidente Mattarella ieri ha detto:

“In occasione della seconda Giornata Nazionale del personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato desidero sottolineare ancora una volta il ruolo cruciale svolto da tutto il personale del comparto sanità e del volontariato nella tutela della salute collettiva.

E’ grazie alla loro preparazione professionale e al loro spirito di sacrificio che è stato possibile arginare il rischio di perdite ancor più ingenti di quelle, già dolorosissime, che abbiamo dovuto patire.
Oggi è, pertanto, occasione per me e per tutto il popolo italiano di rendere omaggio all’impegno del personale sanitario e del volontariato e di unirci nel ricordo, grato e doloroso, di quanti hanno pagato con l’estremo sacrificio la propria inclinazione all’altruismo.”

Papa Francesco nelle parole dopo la preghiera dell’Angelus di ieri in Piazza San Pietro ha voluto ricordare che “Nella malattia noi abbiamo bisogno di qualcuno che ci salvi, che ci aiuti”: un applauso e un grande grazie all’eroico “personale sanitario che ha fatto vedere questa eroicità nel tempo del Covid ma rimane l’eroicità tutti i giorni”

Il Ministro Speranza ha così commentato nella giornata dedicata ai sanitari : “Dobbiamo trarre lezione da una prova così difficile e capire che il Servizio sanitario nazionale è la pietra più preziosa”. “Dobbiamo chiudere la stagione dei tagli e aprire la stagione degli investimenti. E non sono parole ma sono fatti concreti… perchè c’è una nuova consapevolezza: tutto si può tagliare ma non sulla salute, e che i soldi che si mettono sulla salute non sono semplice spesa pubblica ma il più grande investimento sulla qualità della vita delle persone”

Anche il nostro Sindaco Lepore ha voluto ringraziare gli operatori sanitari della loro professionalità e del lavoro che ogni giorno portano avanti per Bologna ed i suoi cittadini e cittadine.

E l’Assessore Donini ha dichiarato: “ In questi due anni da Assessore alla Sanità ho imparato a conoscervi e ho capito che senza di voi saremmo nulla!”

E’ indispensabile, però, proprio nel rispetto e per onorare chi ha dimostrato l’importanza e l’efficacia sia dei professionisti sanitari che dell’indispensabile multi professionalità e collaborazione con la società civile, come unica soluzione ai bisogni di salute delle persone, che la giornata che celebra l’assistenza  in una chiave di valorizzazione della responsabilità nella presa in carico degli assistiti, impegni le istituzioni ad occuparsi seriamente dei professionisti nell’ottica della loro crescita non solo per quanto riguarda i necessari aspetti retributivi e di carriera, ma anche professionali, della formazione e sganciata da vecchie logiche e rinnovati in termini di organizzazione e per la sicurezza dei cittadini e degli operatori stessi

Auspichiamo quindi che questa giornata possa segnare il punto di partenza per una revisione profonda del sistema che tenga conto delle risorse e delle innovazioni consentite grazie al PNRR, ma che sia anche il segnale dell’avvio del rilancio della capacità e della rilevanza delle professioni sanitarie, tutte e senza distinzioni, ciascuna secondo le sue peculiarità e capacità professionali e di formazione”.

Il Presidente Mattarella ha confermato che sono in programma investimenti e nuove strategie per garantire una migliore qualità della cura e dell’assistenza, per accrescere la capacità di prevenzione, per ridare centralità alla persona e al territorio nel quale vive: ma l’efficacia delle riforme, come sempre, è legata alla qualità e all’impegno di chi concretamente la fa vivere con il proprio lavoro e con la propria passione.

A questa importante giornata diamo un senso non solo di commemorazione del passato, ma di proiezione verso il futuro di un sistema che prevede nuove visioni, finalmente in linea con altri sistemi Europei più coraggiosi di noi.

Gli infermieri, i medici, gli operatori sanitari e sociosanitari sono e sono stati l’avamposto per la tutela della salute dei cittadini e continueranno ad esserlo, ma chiedono strumenti e percorsi più adeguati

Correlati