Lunedì 2 settembre 2019 il Consiglio comunale di Bologna ha approvato l’ordine del giorno presentato dalla consigliera comunale PD Simona Lembi e firmato inoltre dai consiglieri del Partito Democratico C. Mazzanti, M. Ferri, M. Campaniello, P. Licciardello, E. Leti, G. Montera, G. Di Girolamo, F. Mazzoni, R. Li Calzi, M.C. Manca, A. Colombo, F. Errani, N. De Filippo, V. Zanetti con cui si esprime solidarietà a Vincenzo Branà e a Roberta Mori per le minacce e le offese ricevute.

Online è inoltre consultabile il relativo comunicato stampa.

Di seguito è disponibile il testo dell’ordine del giorno approvato.

Il Consiglio comunale di Bologna

venuto a conoscenza delle gravi minacce di morte rivolte a Vincenzo Branà, Presidente del Cassero Arcigay di Bologna;

Condiviso

quanto da lui affermato “uno degli obiettivi di queste strumentalizzazioni è senza dubbio la comunità LGBTI che i partiti di destra chiedono di schedare e controllare”

Esprime

vicinanza e solidarietà al Presidente Branà

Invita

Le forze dell’ordine a fare luce su quanto accaduto e ad assicurare alla Giustizia i fautori di tale minaccia

Il Consiglio comunale di Bologna

inoltre esprime vicinanza e solidarietà a Roberta Mori, Presidente della Commissione Pari Opportunità e dei Diritti delle persone dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia- Romagna, per le minacce e le diffamazioni web che le sono state rivolte, e per gli attacchi ricevuti da Forza Nuova.

F.to: S. Lembi, C. Mazzanti, M. Ferri, M. Campaniello, P. Licciardello, E. Leti, G. Montera, G. Di Girolamo, F. Mazzoni, R. Li Calzi, M.C. Manca, A. Colombo, F. Errani, N. De Filippo, V. Zanetti.