Lunedì 14 ottobre 2019 il consigliere comunale PD Francesco Errani è intervenuto ad inizio seduta in Consiglio comunale sul la terza edizione del Bilancio partecipativo del Comune di Bologna.

Di seguito il testo dell’intervento di inizio seduta. Online è inoltre disponibile il relativo comunicato stampa.

Riparte il bilancio partecipativo e raddoppia il budget: 2 milioni di euro.

Un milione per progetti di riqualificazione in zone specifiche dei sei quartieri, a cui si aggiunge quest’anno un altro milione per attività e servizi. Quest’anno, per la terza edizione del bilancio partecipativo, il Comune di Bologna raddoppia il budget e mette a disposizione 2 ML di euro per progetti ideati dai cittadini.

Nelle due precedenti edizioni, il Bilancio partecipativo ha registrato alle assemblee la partecipazione di oltre 7.000 cittadini e più di 30.000 votanti online.

I cittadini potranno presentare proposte di progetti su sport, cultura, ambiente, economia, sociale, e i tre ambiti più votati saranno finanziati con 75.000, 55.000 e 28.000 euro. Le proposte possono essere presentate online dal 15 ottobre al 15 novembre, compilando un modulo sul sito partecipa.comune.bologna.it, oppure partecipando agli incontri pubblici in programma in tutti i Quartieri.

In questi anni di disaffezione dalla politica è necessario ricreare la fiducia dei cittadini verso le istituzioni, individuando spazi di collaborazione: informare le persone, coinvolgerle in percorsi di collaborazione è essenziale per creare coesione e solidarietà. Il bilancio partecipativo è uno strumento di democrazia diretta per far progettare e scegliere ai cittadini quali progetti realizzare per migliorare la nostra comunità.

Il bilancio partecipativo è un nuovo modo di fare politica che prevede un contributo diretto e autonomo dei singoli cittadini alla cura e costruzione dei beni comuni: sicuramente il meglio del nostro territorio ha qualcosa da “dire” e da “dare” alla nostra città.