Lunedì 22 marzo 2021, il consigliere comunale PD Roberto Fattori ha presentato in Consiglio comunale un ordine del giorno, approvato nella stessa seduta e firmato dalle consigliere e dai consiglieri comunali PD Gabriella MonteraIsabella AngiuliElena Leti, Maria Caterina MancaSimona LembiFederica MazzoniLoretta Bittini, Piergiorgio Licciardello, Michele CampanielloRaffaella Santi CasaliLuisa GuidoneRoberta Li CalziVinicio ZanettiRaffaele PersianoGiulia Di Girolamo, Nicola De Filippo, Francesco Errani mente riconvertiti, per una produzione di vaccini autorizzati.

Online è consultabile il relativo comunicato stampa. Di seguito il testo dell’ordine del giorno.

IL CONSIGLIO COMUNALE DI BOLOGNA
PREMESSO

che uno dei principali motivi che ostacolano un’efficace e rapida lotta alla pandemia di covid 19 è la limitata disponibilità di vaccini;
che l’attuale pandemia ha dimostrato che è fondamentale l’autonomia sanitaria nella produzione di un vaccino salvavita;
che sarà indispensabile una grande quantità di vaccini non solo in questa fase emergenziale, ma anche nel prossimo futuro;
che, in materia vaccinale, è di conseguenza necessario adottare politiche che non fronteggino solo la fase di emergenza, ma che siano efficaci anche nel medio lungo periodo.

Considerato

che nel territorio bolognese è presente l’azienda Bio-on, specializzata in produzione di bioplastiche;
che per questa azienda è stato attivato un tavolo di salvaguardia in Città Metropolitana con il Comune di Bologna, la Regione Emilia Romagna e le rappresentanze dei lavoratori;
che tale Tavolo ha l’obiettivo di salvaguardare il patrimonio produttivo, le alte specializzazioni presenti in azienda e i creditori;
che, per il prossimo 5 maggio, è stata indetta un’asta fallimentare dell’azienda con una base d’asta di 95 milioni di euro;
che Bio-on dispone di 5 bio reattori, tra i più potenti al mondo, valutati come idonei, in seguito ad adattamenti che richiederebbero alcuni mesi, alla produzione di vaccini anti covid.

Considerato inoltre

l’esistenza, nel territorio metropolitano bolognese, di un distretto industriale di filiera: dal packaging, alla chimica, alla farmaceutica, alla logistica;
che tale distretto rende il nostro territorio un luogo ideale per la produzione di vaccini autorizzati;
che la Regione Emilia Romagna ha già avanzato al Governo la richiesta di valutare attentamente e in tempi rapidi la possibilità di utilizzare i bio reattori di Bio on per la produzione di vaccini autorizzati, anche in relazione alla loro collocazione all’interno di un distretto industriale pienamente idoneo a tale scopo;
che tale scelta consentirebbe anche di raggiungere gli obiettivi del Tavolo di Salvaguardia.

Chiede al Governo nazionale

in sintonia con quando già richiesto dalla Regione Emilia Romagna, di valutare attentamente e in tempi rapidi la possibilità di utilizzare gli stabilimenti di BIO ON e i bio reattori, opportunamente riconvertiti, per una produzione di vaccini autorizzati che consenta di fronteggiare non solo una situazione di l’emergenza, ma anche e soprattutto le esigenze di medio lungo periodo.

F.to: Roberto Fattori, Gabriella MonteraIsabella AngiuliElena Leti, Maria Caterina MancaSimona LembiFederica MazzoniLoretta Bittini, Piergiorgio Licciardello, Michele CampanielloRaffaella Santi CasaliLuisa GuidoneRoberta Li CalziVinicio ZanettiRaffaele PersianoGiulia Di Girolamo, Nicola De Filippo.