Lunedì 27 gennaio 2020 il consigliere comunale PD Claudio Mazzanti è intervenuto ad inizio seduta in Consiglio comunale riguardo al POC Carburanti.

Di seguito il testo dell’intervento.

Questo secondo intervento ho dovuto farlo per un motivo molto semplice. Come avrete visto, la stampa oggi parla del POC Carburanti.

Lo dico perché – questo la dice lunga su alcune norme – se vi ricordate, noi abbiamo fatto un POC carburanti, abbiamo fatto un piano operativo per individuare quali tenere e quali non tenere;

tra l’altro, voi sapete che a Bologna sono stati chiusi, nell’arco degli ultimi quindici, anni quarantasette impianti carburante, se non ricordo male, questo è l’ammodernamento, le quote che le compagnie possono chiedere in deroga alle norme generali di realizzare, e se c’è la disponibilità dei proprietari, a random questi tipi di impianti, purché rispettino dei requisiti.

L’allora Amministrazione, l’Assessore Gabellini, vi ricorderete, decise, per mettere in luce il fenomeno in quanto tale, di dire con tutti quelli che potenzialmente avevano diritto per poter utilizzare vecchie norme ma ancora esistenti, che chi voleva fare questi impianti poteva partecipare a questo bando che il Comune faceva. Alla fine è uscito un lavoro dove di tutte le richieste avanzate solo una parte è rimasta.

L’intervento che voglio fare è questo, riprendere le parole del Presidente di Quartiere, dove sostanzialmente quello che abbiamo detto allora lo ribadiamo adesso: l’Amministrazione deve fare rispettare le regole nel modo più severo, vista la tipologia dell’impianto e, se le condizioni ci sono, bene. Nel momento in cui questi operatori che ancora non si sono fatti avanti, devono sapere una cosa molto chiara, che tutte le norme di salvaguardia previste nella legislazione, visto che questa possibilità di fare questi impianti nasce dalla chiusura di tutti gli altri impianti, le compagnie hanno dei diritti reali sulle quote distribuite, le norme vanno rispettate, quei criteri vanno rispettati.

Se non si rispettano, noi stiamo anche bene senza quegli impianti, non è che li andiamo a cercare e imploriamo per averli, visto anche il quadro generale.

Credo che questo sia bene ribadirlo e bene ha fatto anche il Presidente di Quartiere oggi intervistato ad uscire sulla stampa.