Lunedì 15 luglio 2019 il consigliere comunale PD Claudio Mazzanti è intervenuto in Consiglio comunale con il seguente intervento di inizio seduta.

Di seguito il testo dell’intervento.

Seconda domanda. Immagino che tutti abbiate letto l’articolo apparso ieri su “Il Sole 24 Ore”.

Io in questo Consiglio ho sempre riportato che lo Stato vuole, in tre anni, incassare 950 milioni da mettere a bilancio dello Stato. Mi sbagliavo. Il primo anno è 1,2 miliardi. Questo miliardo e due viene ricavato vendendo patrimonio dello Stato (caserme, palazzi, aree), sapendo che i valori fondiari, dopo la grande crisi mondiale del settore dell’edilizia e la grande crisi economica del 2008/2011, sono crollati, si sono dimezzati.

Ci sono degli esempi eclatanti.

Pensate solo al mercato ortofrutticolo. Vi ricordate? L’area, i sedici ettari del mercato ortofrutticolo, più della metà, furono assegnati ad asta pubblica dalla Cassa di Risparmio a 89 milioni di euro. Oggi quei valori sono esattamente la metà. Quindi lo Stato per incassare il primo anno 1,2 miliardi deve vendere quote enormi di patrimonio.

Nell’articolo de “Il Sole 24 Ore” si cita l’INVIMIT, si citano le zone e parliamo di Bologna nei due minuti che mi rimangono. A Bologna abbiamo, ad esempio, Prati di Caprara, tutto il quadrante che si è liberato, andando via le Officine Grandi Riparazioni, un quadrato enorme, il più grosso quadrato di ricicli di aree industriali e militari e ferroviarie dismesse. Credo che un’occasione così sia irripetibile. Non so come verrà venduta. Immagino che le forze di Governo qui rappresentate, che si richiamano al Governo, avranno già attivato una procedura per farci regalare Prati di Caprara e condonare quei 50 milioni di euro che sono stati pagati da INVIMIT allo Stato, al Ministero del Tesoro.

Oppure che sicuramente per la caserma Sani verrà immediatamente dato corso quel piano particolareggiato.

O, perché no?, Stamoto: forse è la volta buona che quel parcheggio ci verrà dato, senza bisogno di ricorrere ai cittadini, vista l’ipocrisia, la falsità, le bugie che si dicono a livello governativo su quell’area e quel lotto.

Abbiano la decenza di darcelo. Ma non è un problema. Si dice che è meglio che ci pensassero i cittadini.

Bugie, ipocrisie e falsità. Classico di questo Governo e di chi lo rappresenta Roma.

Staremo a vedere come inciderà questo su Bologna. Mi sono fermato, ma potrei parlare della caserma Masini, potrei parlare di tanti beni. Immagino che nel miliardo e due ci siano anche quelli. No, ci sono sicuramente quelli. Abbiate la decenza, viste le promesse che avete fatto nei comitati, che poi smentite, di concederci gratis e permettere quello che hanno chiesto e che voi avete sposato, dicendo che era impossibile, bisognava fare, regalare. Regalate anche questo miliardo e due. Per quel che riguarda Bologna ve la cavate con poco. Credo che con 100 o 200 milioni ve la cavate, perché il valore complessivo è molto più alto.

Siate coerenti. Smettete di dire bugie e falsità. Ne avete dette tante sul patrimonio. Smettetela e cominciate a lavorare seriamente.