Lunedì 25 maggio 2020 la consigliera comunale PD Simona Lembi è intervenuta ad inizio seduta in Consiglio comunale in merito alle recenti intimidazioni all’Eremo di Ronzano ed i danneggiamenti al Tpo.

Online è disponibile il relativo comunicato stampa. Di seguito il testo dell’intervento.

Nella notte del 19 maggio scorso, Bologna è stata vittima di gravi atti di violenza e di intimidazione. A essere colpito è stato l’Eremo di Ronzano, uno dei luoghi simbolo di una comunità che crede nella convivenza, nell’accoglienza e nel rispetto reciproco di regole condivise.

Ignoti hanno danneggiato viottoli, cancelli e altre infrastrutture della zona. Sono state ritrovate spranghe e reti divelte. A colpirmi, tra le molte cose, non è stata la quantificazione economica dei danni riportati, ma il gesto in se’: segno di inciviltà e squadrismo che deve far riflettere anche il Consiglio comunale.

Pressappoco nelle stesse ore, altre mani ignote, hanno danneggiatobruciando libri, orribile reminiscenza fascista e nazista! – il Tpo, con altri atti di vandalismo e di inciviltà.

Nessuno dimentica che l’Eremo è luogo di accoglienza migranti, arrivati attraverso corridoi umanitari; ospita anche una comunità di disabili. Il TPO, dall’inizio della Crisi Covid, consegna libri a bambini e ragazzi di famiglie in difficoltà; distribuisce pasti a chi si è trovato in grave difficoltà a seguito della crisi sanitaria.

Ha fatto bene l’Assessore Lepore a manifestare immediata solidarietà e a dire che a qualcuno, forse a Bologna la solidarietà dà fastidio.
Il punto è che Bologna è una città che nulla ha a che vedere con questa violenza.

Presento pertanto un Ordine del giorno per condannare senza appello i vili atti di vandalismo che hanno avuto come vittime l’Eremo di Ronzano e il Tpo, per manifestare loro solidarietà e per chiedere alle forze dell’ordine di fare rapidamente piena luce su quanto accaduto.

E’ possibile che noi si abbia opinioni diverse, in Consiglio comunale, sull’operato dell’ Eremo e del TPO. Mi auguro, invece, nessuna divisione sulla condanna di ogni gesto violento.

Allegati

Correlati