Lunedì 21 ottobre 2019 il consigliere comunale PD Claudio Mazzanti è intervenuto in Consiglio comunale riguardo ai lavori in Via Serra.

Di seguito il testo dell’intervento.

L’altro intervento riguarda un articolo su via Luigi Serra, un caseggiato popolare demolito tanti anni fa, questo la dice lunga anche sui rapporti; un’area che tredici anni è stata un’area ceduta al Ministero dell’interno per farci alloggi per appartenenti ai Corpi di polizia.

Dopo tanti anni il Ministero ha restituito l’area alle case popolari e sono state fatte due gare, l’ultima gara di affidamento ha fatto, mentre la prima è stata un fallimento, come avviene tante volte, la seconda è stata legata alla sospensione del cantiere e all’arresto del titolare perché coinvolto in attività mafiose. Finalmente ripartiamo.

Il Comune di Bologna ha finanziato la sua parte e questo rientra nel pacchetto dei 61 milioni. Mi fa piacere che in aula ci sia l’Assessore, perché su questo abbiamo ampiamente lavorato e quindi è stato importante il ruolo che ha avuto il Comune per sbloccare questa pratica. Dall’altra parte l’ACER, che è l’attuatore di questo comparto, finalmente chiuderà.

Fra l’altro da parte degli organi preposti si è data la possibilità all’attuatore di salvaguardare quei posti auto in modo tale che ci sia la possibilità di risparmiare tutta via Luigi Serra dalle esigenze di cantiere, riattivando il vecchio passo carraio di via Albani.

Ritengo che tutto ciò sia importante e fondamentale, anche perché questa vicenda ci insegna una cosa molto semplice: quando si vogliono anche applicare le leggi, come la n. 304 che riservava aree destinate per la costruzione di alloggi di servizio, non sempre anche la buona volontà di tanti Comuni italiani che hanno consegnato e hanno dato queste aree in modo tale da poter edificare questi alloggi, oggi diciamo che alla fine va a buon fine, perché sono trentotto gli appartamenti di edilizia economica e popolare che vanno ad essere inseriti nelle graduatorie pubbliche e si completa un piano di recupero e riqualificazione che entrava nel Piano delle corti. Pertanto credo che bene fa l’Amministrazione a valutare e seguire bene quel cantiere.