Lunedì 24 giugno 2019 la consigliera comunale PD Loretta Bittini è intervenuta ad inizio seduta in Consiglio comunale in ricordo di Gianluca Galliani.

Di seguito il testo dell’intervento di inizio seduta. Online è inoltre disponibile il relativo comunicato stampa.

Gianluca Galliani, Nico Gamma, come ha detto Dondarini il Dondo, suo amico e compagno di band da sempre, non ha mai dato retta a nessuno.

Anche i Gaznevada, uno dei gruppi più noti, cresciuti nella Bologna del 77, sono nati perché l’artista che era in Gianluca Galliani non è mai sceso a compromessi ed ha assorbito i fermenti vivaci di quegli anni, che sono oggi storia di Bologna e storia della musica italiana.

Partire fra compagni di classe e amici, diventare i Gaznevada (con un tuo album sick soundtrack classificato da Rolling Stones fra i 100 dischi italiani più belli di sempre) è un viaggio che è stato permesso dalla capacità musicale del gruppo e dall’humus che si respirava a Bologna in quegli anni. Allora, dalla Traumfabrik (la fabbrica dei sogni) uscivano tanti artisti che sono diventati protagonisti della scena locale e poi italiana, l’esempio più famoso è Andrea Pazienza. C’era un background culturale forte, che possiamo ritrovare nel nome scelto dalla band, come noto, ispirato da un racconto di Raymond Chandler.

Ritengo quindi giusto ricordare Gianluca Galliani, Nico Gamma, in questa sede, perché la sua opera ha dato lustro alla nostra città.