Lunedì 25 novembre 2019 il consigliere comunale PD Francesco Errani è intervenuto ad inizio seduta in Consiglio comunale in merito alla partenza del Piano Freddo della nostra città.

Online è inoltre consultabile il relativo comunicato stampa.

Parte il piano freddo a Bologna: 218 i posti per le persone senza dimora. Parliamo degli “ultimi”, persone con problematiche legate alle dipendenze ma anche donne e uomini in situazione di povertà relazionale ed economica, come conseguenza anche della crisi economica.

Bologna, con il Piano freddo e il sistema di accoglienza, ha costruito una rete di sostegno e solidarietà in cui tutti, attori istituzionali, parrocchie e mondo del volontariato, si sono attivati per dare una possibilità di rifugio e riparo per persone senza rete e alloggio. Le attività vanno dalla distribuzione di generi alimentari, pasti caldi, coperte e vestiti, a informazioni, accompagnamento alle strutture e accoglienza presso i dormitori. La rete non è solo un buon esempio, ma una buona pratica (una buona politica).

Dall’1 dicembre al 14 gennaio, l’Help center sarà mobile, mentre dal 15 gennaio riaprirà anche lo sportello fisso situato in via Albani 2/2. Chi vede una persona in strada può segnalarlo con una mail a instrada@piazzagrande.it, e possiamo anche donare e portare coperte invernali, piumoni o sacchi a pelo, al Centro servizi Giacomo Lercaro in via Bertocchi 12 a Bologna, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12.

Con l’arrivo dell’inverno, serve la collaborazione di tutti i cittadini che, insieme a volontari, associazioni e Amministrazione comunale, possono dare una risposta per chi ha bisogno di un riparo per difendersi dal freddo.